alieno-noblogs

Le tre variazioni

Posted: luglio 23rd, 2010 | Author: | Filed under: numero 23, scarabocchi | Tags: | 1 Comment »

Macchie di RorschachUn post dedicato alle Variazioni Goldberg (BWV 988),  un’opera per clavicembalo composta da Johann Sebastian Bach che consistente in un’aria con trenta variazioni.

Glenn Herbert Gould (1932-1982) il pianista più cinematografico che io conosca, probabilmente anche grazie a fuori orario che ne trasmise i trentadue (32) piccoli film.

E le Variazioni Goldberg suonate da Glenn Gould compaioni in diversi film, la cosa che ho apprezzato con il tempo sono le differenze tra le due maggiori esecuzioni quella del giugno 1955 e quella del maggio 1981 entrambe su pianoforte ma con un tempo di esecuzione completamente diverso assurgendo ad esemplificazione acustica dell’impeto giovanile a cui segue la delicatezza della maturità.


Variazioni che variano nel tempo in cui leggere o meglio ascoltare il passare del tempo, mi incuriosirebbe la registrazione esecuzione dell’età di mezzo.


One Comment on “Le tre variazioni”

  1. 1 goebel said at 3:38 pm on luglio 30th, 2010:

    esiste anche una meno conosciuta registrazione del 1951, vicina a quella del 55 per tempi e pirotecnia dell’esecuzione. m’รจ capitato di ascoltarne solo il tema e l’aria da capo.ma non saprei come trovarla. comunque concordo in tutto e per tutto.