alieno-noblogs

Parole parole parole

Posted: dicembre 22nd, 2004 | Author: | Filed under: note a margine | Commenti disabilitati su Parole parole parole

Dopo DASH la coppia "per caso" sbarca su R4 cosi’ daranno voce oltre che alla nota multinazionale Procter&Gamble (pluri boicottata da associazioni e movimenti) alla moltonazionale mediaset!

Degni esempi di una sinistra che parla bene e razzola male… anzi malissimo!


Arsenico e vecchi merletti

Posted: dicembre 9th, 2004 | Author: | Filed under: note a margine | Commenti disabilitati su Arsenico e vecchi merletti

Alle volte capita che non siano dei poveri sfigati a subire l’inquinamento industriale…

Infatti a Spring Valley, un ricco sobborgo di Washington DC, hanno ritrovato una sorpresa tossica, rimasta seppellita per 70 anni sotto il prato dell’Universita’ President of American.

Ben 1200 case che hanno la particolarita’ di essere state costruite sopra i resti del Centro Sperimentale dell’Universita’ Americana, dove furono testate e scaricate armi chimiche durante la Prima Guerra Mondiale.

In quel sito furono sotterrati gas mustard e lewsite, contenuti all’interno di vecchie bombe arrugginite, sotto i cortili di illustri personaggi degli Stati Uniti: senatori, ambasciatori e diplomatici. Alcune munizioni chimiche sono state recentemente rimosse dal cortile dell’ambasciatore sud-coreano.

Mentre il nostro impertaore e padrone George W. Bush continua la guerra (ops.. la pace) in Iraq, avendo utilizzato come movente l’uso delle armi chimiche, la Spring Valley viene tranquillamente bonificata dai residui di arsenico dovuti alle dispersioni di lewsite.

Ma se l’ambasciatore di qualche "stato canaglia" decidesse di muovere guerra per aver subito l’uso di armi di distruzione di massa in territorio statunitense?


Sono in mezzo a noi

Posted: dicembre 6th, 2004 | Author: | Filed under: note a margine | Commenti disabilitati su Sono in mezzo a noi

Ci sono "mostri" che ci circondano continuamente, spesso li ignoriamo, altre volte notiamo che certi film sono troppo reali ma in alcune situazioni e’ impossibile non vedere fino quasi a subire.

Il treno e’ un non-luogo da cui e’ difficile scappare ed in questo caso eccomi seduto tra una bionda under 30 procace di nero vestita accessorita con borsetta + sciarpetta laccate rosa che legge mondezza fotoromanzata e gossip famosi tra una video chiamata ed un mms a fronte di una ex(?)tossicomane stivaletto tacco a spillo cappellino con visiera e fare sfacciato ma insucuro, arrogante ma ad ochi bassi… con voce rauca bisbiglia i colonnini di marie claire per non perdere il filo del discorso.

Mentre i maschietti del vagone sono rapiti da due sode tette ben poco nascoste da una maglia di pizzo su un corpo che per quanto aggraziato e’ decisamente maschile cosi’ come lo sgaurdo che si incrocia dietro il trucco pesante.

Alle volte mi illudo che la popolazine televisiva del pomeriggio DeFilippizzato sia solo il peggio/meglio del reale, ma non e’ vero quello che ci propinano dal tubo catodico e’ una selezione a campione senza valore di qualita’… nulla di piu’ nulla di meno che una casualita’…


Una volta un polacco…

Posted: dicembre 2nd, 2004 | Author: | Filed under: scarabocchi | Commenti disabilitati su Una volta un polacco…

Venerdi’ ora di pranzo

Roma Trattoria popolare

Davanti al menu’ del giorno tra un commento sulle fettuccine alla cernia piuttosto che sugli gnocchi al salmone… timido si intromette un giovane "Scusa io non parla muj bene italiano…"
E da questo inizia un colloquio in spagnolo che mi vede come ascoltatore e testimone…
Il problema del giovane polacco e quello di capire di cosa fossero composti i vari piatti del giorno MA soprattutto se ci fosse o meno della carne, il mio loquace compagno di lavoro inizia un colloquio in spagnolo incuriosito sulla stranezza di un polacco che parla benissimo lo spagnolo ma non capisce l’italiano lo invita a sedersi al nostro tavolo…

Read the rest of this entry »