alieno-noblogs

Product placement della tavoletta

Posted: ottobre 22nd, 2010 | Author: | Filed under: note a margine | Tags: , , | 1 Comment »

Questa è la storia di un amico, utente pc, abbonato da anni a pagamento, al Sole.
Il motivo di questa “perversione”? Gli interessa l’inserto Nova24 , per sua stessa ammissione ha chiesto diverse volte se fosse possibile abbonarsi online solo all’inserto del giovedì, la risposta è stata sempre un gentile diniego.
Lo sento oggi e mi racconta di come  si sente, giustamente aggiungo io, beffato dalla scelta di lanciare la versione digitale di questo inserto solo per iPad.

Non sapevo se consolarlo o prenderlo in giro, poi ho deciso “mediare” e mettere anche qualche granello di sabbia tra i suoi ingranaggi: “…mi pare evidente che tu non fai parte della élite tecno culturale del bel paese…” il malcapitato è rimasto di interdetto lasciando spazio al resto del mio ragionamento.

Volevo provare a riflettere, e far riflettere, sulla gamma di personaggi che stanno seduti in posizione di rilievo in redazioni e simili e che io definisco tecno fighetti e passano per persone che la sanno lunga, qualcuno direbbe maître à penser; peronaggi che possiedono tutta la gamma di oggetti apple e pensa che questi siano il futuro per il semplice fatto di aver design e slogan accattivanti (iPad è definito sul sito apple: “Un dispositivo magico e rivoluzionario” senza che lo trovino ridicolo!) ma non devo essere stato convincente e la chiacchiera è continuata a base di “…non capisco proprio…” e “… ma ti pare… io… io sono abbonato!”

Alla fine ho sbottato: “…nella “peggiore” delle ipotesi starano facendo del product placement…” questo argomento lo ha subito convinto e la sua traduzione è stata “…tutto chiaro, se ci prendono la loro parte di soldi… è chiaro! Non trovi?” a quel punto ero io ad essere ammutolito, la cosa non sembrava indignarlo più di tanto ma del resto è lui ad essere abbonato al Sole.


One Comment on “Product placement della tavoletta”

  1. 1 Twitted by elisatron said at 5:42 pm on ottobre 23rd, 2010:

    […] This post was Twitted by elisatron […]