alieno-noblogs

Economia nucleare

Posted: 16 Marzo, 2011 | Author: | Filed under: note a margine | Tags: | 3 Comments »

I vari lobbisti del nucleare ed i politici italici variamente centro destri si stanno sprecando nello spiegare al popolino facilmente influenzabile dagli eventi Giapponesi quanto buono, giusto e sano sia reintrodurre il nucleare in Italia.

I titoli economici sono di questo livello:

Quattro centrali, 40 miliardi di euro di investimento, 3500 persone stabilmente occupate

In numeri includono  anche all’indotto ed il tutto sarebbe funzionate tra almeno una decina di anni e con la tecnologia  EPR di cui si sanno per certo solo i costi.

Io non sono un fine economista eppure mi sembra evidente che investire la stessa cifra nel settore delle energie rinnovabili darebbe fiato a tante medie e piccole aziende che stanno producendo ed innovando e non creerebbe l’ennesimo indotto dipendente dal grosso colosso (Areva e Siemens) in stile FIAT.

Inoltre investire in un settore, le rinnovabili, che inizia ora a crescere avrebbe l’effetto di dare una prospettiva riempiendo di contenuti i concetto di sviluppo ed innovazione che altrimenti rimangono vuote parole.

Questo pensiero a margine di tutta la propaganda che stiamo subendo credo possa essere definito in modo economicamente più preciso e sarebbe interessante porlo come domanda ai cosiddetti esperti a meno che l’economia nucleare un po come l’economia di guerra non sia una forma economia a se stante.

Tutto questo senza parlare di decrescita, risparmio ed uso consapevole delle energie e del “problemino” connesso alla gestione delle scorie, che infatti viene astutamente lasciato sempre in secondo piano!


3 Comments on “Economia nucleare”

  1. 1 Calcolatrice said at 10:45 am on 16 Marzo, 2011:

    Fate il calcolo di 40 miliardi di euro di investimento diviso per 3500 persone e divertitevi…

  2. 2 alieno said at 11:04 am on 16 Marzo, 2011:

    Senza contare tutti i posti di lavoro che si stanno perdendo con la fine degli incetivi!

    Un link per tutti: http://ow.ly/1sb1JJ

  3. 3 qwerty said at 4:06 pm on 21 Marzo, 2011:

    Un dato non da poco in merito al famoso o sarebbe dire famigerato Reattore Pressurizzato Europeo (Erp/Epr) che non vedo su wikipedia.

    Epr sviluppato dalla francese Areva, in costruzione in Finlandia è 42 mesi in ritardo sul progetto, ha sforato del 90% il budget previsto, e deve rispondere a ben tremila (3.000!) obiezioni poste dagli enti di sicurezza atomica di Finlandia, Gran Bretagna, Stati uniti e della stessa Francia.